• min read
  • 26
  • 324
Aggiornato al 29-06-2023|
Aspetti fiscali immobiliari

Come vendere casa: soluzioni pensate per i proprietari!

Questo articolo sarà la tua guida per vendere casa passo per passo per non commettere errori e per viverti il tuo progetto immobiliare serenamente!

vendere casa

Desideri vendere casa, ma non conosci tutti i passaggi da seguire per realizzare i tuoi obiettivi di vendita. Questo articolo ti servirà come guida che riassumerà tutte le fasi importanti che dovrai considerare per ottimizzare i tempi e vendere la tua casa al giusto prezzo e ai giusti compratori.

Non farti prendere da eccessive preoccupazioni: per vendere casa, servono sostanzialmente le giuste informazioni e un metodo di esperienza certificato.


Vorrei.it è un comparatore online per il tuo progetto immobiliare che ti consente di realizzare la valutazione immobile per conoscere il corretto prezzo di mercato, trovare l' agenzia immobiliare più adatta alle tue esigenze e infine vendere casa nelle migliori condizioni realizzando il massimo profitto.


Le fasi per la vendita della tua casa

Ecco la guida da seguire per i proprietari come te che desiderano vendere casa velocemente, senza svenderla e senza commettere errori.

La motivazione

Questo primo aspetto è essenziale per te per comprendere quali sono le tue esigenze future, quali sono le problematiche attuali e analizzare in modo oggettivo e realistico la vera e propria motivazione che ti spinge a vendere la tua casa e magari cercarne un'altra.

Devi sapere che una giusta motivazione è un primo passo per una realizzazione positiva del tuo progetto di vendita: è importante farsi vedere sicuri delle proprie decisioni di fronte ai potenziali acquirenti, non farsi assalire da ripensamenti e incertezze. 

Trovata la giusta motivazione, possiamo passare allo step più importante: la scelta del giusto prezzo.

Valutazione Immobile 

Hai analizzato se questo è un buon momento per vendere casa? Com'è il mercato immobiliare della tua zona? Chi sarebbe interessato a comprare la tua casa: una giovane coppia? Una coppia di pensionati che desiderano avvicinarsi ai servizi e alle comodità?

Per vendere casa, devi valutare principalmente quanto possa valere la tua casa, per comprendere nel dettaglio quanto potresti ricavare anche per un eventuale progetto futuro. Studiare il mercato immobiliare e per farlo il consiglio è quello di chiedere una consulenza a professionisti esperti. ti permetterà di non effettuare valutazioni non corrette e affettate solo dal desiderio di vendita.

Una volta che sai qual è la situazione del mercato in cui si trova la tua casa, devi assolutamente stabilire il giusto prezzo del tuo immobile. Per sapere quanto vale la tua casa, puoi usare il nostro strumento di valutazione immobile online e gratuito. Il valore stimato che sarà generato sulle caratteristiche inserite della tua casa, non sarà da prendere come prezzo fisso, ma come prezzo stimato che varia da una fascia con un prezzo minimo e un prezzo massimo. 

Calcolare il prezzo in autonomia è davvero una pratica complessa e non ti permette di avere diverse valutazione immobiliari da mediare per avere un chiaro quadro complessivo.

Scegli l'agenzia immobiliare giusta per te

La scelta dell'agenzia immobiliare è un aspetto fondamentale. È comprensibile avere paura di affidarsi ad un consulente immobiliare che magari non rispetta quelle che sono le tue esigenze: l'obiettivo è quello di cercare attraverso il nostro servizio le migliori agenzie della tua zona, sulla base delle migliori recensioni e opinioni verificate lasciate da proprietari come te!

Oltre a verificare le opinioni positive dei migliori agenti nella tua zona, ci sono alcune accortezze che certamente ti possono aiutare nella scelta.

Informati sulla provvigione dell'agenzia immobiliare e non scegliere quella con la provvigione più bassa, perché non sempre si traduce in giusto metodo di lavoro.

Scegliere un agente immobiliare della tua zona, ti permetterà di interfacciarti con una persona con esperienza nel suo settore lavorativo e ampie conoscenze su come sono le logiche del mercato della zona, su case simili alle tue riuscite nella vendita. 

Se la tua proprietà rientra in una tipologia particolare (immobile di lusso o capannone) o desideri servizi dedicati, come l'Home Staging o le visite virtuali, il consiglio è quello di affidarti ad agenzie immobiliari specializzate, evitando di rivolgerti a professionisti generalisti. 

Verifica la documentazione

Un passaggio importante che determinata la riuscita della tua vendita e che molto spesso viene considerata in ultima analisi è la verifica della documentazione. 

Verifica queste documentazioni in vista delle procedure di compravendita:

- Attestazione di Prestazione Energetica (APE)

- Atto di compravendita dell'immobile

- Planimetria catastale

- Visura ipotecaria dell'immobile

- Certificati di regolarità dell'immobile

- Documenti anagrafici, di residenza e dello stato di famiglia

Se dovessi vendere un appartamento, sarà necessario avere tutti i documenti del regolamento condominiale.

*modulo

Valutare i costi e le spese per vendere casa

I costi e le tasse che deve sostenere chi desidera vendere casa è esclusivamente incentrata sulle spese dedicata alla mediazione immobiliare o del consulente immobiliare. 

Ovviamente, questo nel caso in cui i documenti siano disponibili, la casa è perfettamente in regola e non ci siano lavori o traslochi da effettuare.

Dovrai porre maggiore attenzione alle spese se ti trovi in una di queste situazioni: vendere casa prima dei 5 anni e vendere seconda casa.

La trattativa

Una volta che hai trovato potenziali acquirenti interessati alla tua proprietà, inizieranno ad arrivare le offerte. 

È importante valutare attentamente le offerte ricevute, prendendo in considerazione ovviamente il prezzo offerto, ma anche i termini e le condizioni proposte, come le modalità di pagamento, i termini della consegna dell’immobile e della stipula dell’atto di vendita. La trattativa è un momento importante, perché devono esserci tutti gli aspetti che possano soddisfare sia gli interessi del venditore che dell’acquirente

La proposta d’acquisto

La proposta d’acquisto è la fase più delicata e su cui si deve porre una maggiore attenzione. Una volta firmata la proposta, si vincola l’acquirente all’acquisto della casa. Solitamente, la proposta d’acquisto viene redatta come un impegno irrevocabile per l’acquirente e non ancora per il venditore, fino al momento in cui non firma il documento. 

Nel caso il venditore non dovesse accettare la proposta, quest’ultima perde di validità. Durante la stesura della proposta, è necessario esaminare clausole e documenti come l’atto di provenienza e schede catastali. Se l’acquisto è vincolato al mutuo, sarà necessario citarlo con i termini con cui si prevede di ottenerlo. 

Accettazione proposta

La proposta d’acquisto viene seguita da un assegno intestato al venditore. Ovviamente, in caso di proposta rifiutata l’assegno verrà restituito all’acquirente, altrimenti diviene caparra confirmatoria, ovvero un anticipo sul pagamento totale che definisce l’obbligo di impegnarsi in una compravendita della proprietà. 

Per acconto si intende il pagamento anticipato di una parte del prezzo per l’acquisto di un bene immobile. 

Questo è utile come garanzia al venditore nel caso in cui non si concluda il contratto, in quanto non risultano vincolati economicamente l’uno all’altro e l’acconto può, in questo modo, essere restituito. La caparra invece è sempre un anticipo del prezzo dell’acquisto, ma è considerata garanzia effettiva sia per gli interessi dell’acquirente sia per quelli del venditore. 

Se l’acquirente dovesse tirarsi indietro e non concludere il contratto, il venditore può trattenere la caparra come risarcimento del danno. Se invece è il venditore a non voler più concludere, l’acquirente può chiedere la restituzione del doppio della caparra versata. 

La differenza sostanziale tra caparra e acconto, è che la prima ha una rilevanza risarcitoria. 

Per capire meglio la differenza tra caparra e acconto, ti basterà leggere questo articolo. Gli estremi del pagamento dovranno essere conservati attentamente, in quanto il notaio al momento dell’atto notarile dovrà obbligatoriamente citarli. Alla fine di questa fase, entrambe le parti sono reciprocamente vincolate. 

Il preliminare di compravendita Il percorso di vendita prosegue con un contratto definito "preliminare di compravendita", detto anche "compromesso", valido a tutti gli effetti attraverso il quale le due parti si impegnano reciprocamente ad acquistare e a consegnare l’immobile. 

Saranno presenti informazioni riguardanti la provenienza dell’immobile, la situazione urbanistica, i pagamenti effettuati e l’indicazione dell’esistenza o meno della figura di un mediatore immobiliare. Il preliminare di compravendita deve essere registrato all’Agenzia delle Entrate entro 20 giorni dall’accettazione della proposta, altrimenti si parla del pagamento di alcune sanzioni. 

*modulo

Rogito

Dopo il preliminare di compravendita, si passa al momento più importante del tuo percorso di vendita: il rogito, ovvero un atto formale, un documento, che sancisce il passaggio di proprietà di un bene immobile. Il rogito viene redatto dalla figura professionale del notaio, che esaminerà la correttezza della documentazione e leggerà l’atto davanti alle due parti, acquirente e venditore. 

Dopo aver invitato le parti a sottoscrivere l’atto, autorizzerà l’assegno e lo scambio delle chiavi. 

Il costo del rogito è tra i 1.300 e i 3.000 euro, che saranno a carico esclusivo del compratore dell’immobile.

Come pagare la vendita di una casa ? 

Il pagamento al venditore può avvenire attraverso differenti modalità, ma in requisito fondamentale è che sia tracciabile, ovvero che possa essere certificato l’avvenuto trasferimento di denaro. Tra le modalità di pagamento troviamo l’assegno bancario che prevede il versamento della somma in pochi giorni ma non assicura che a chi lo riceve che la somma prevista sia davvero esistente sul conto. 

L’assegno circolare non trasferibile rappresenta lo strumento che più di tutti garantisce il pagamento, in quanto la banca effettuerà analisi che determineranno che quella somma è esistente al momento della consegna dell’assegno. Con l’emissione dell’assegno, la somma viene immediatamente addebitata al venditore. 

Il bonifico, invece, è una modalità di pagamento telematica, che garantisce la presenza della determinata somma disposta sul conto corrente, ma non garantisce il buon fine del pagamento in quanto può essere revocato. In questo caso, sarà necessario richiedere un bonifico istantaneo o irrevocabile: si ha una sicurezza della buona riuscita del pagamento. I passaggi per vendere una casa sono processi importanti ed è necessaria una pianificazione attenta e diligente per non incorrere in errori. 

Ricordati che per evitare problematiche ed eventuali sbagli, affidarti a professionisti del settore, come agenti immobiliari, avvocati specializzati, ti semplificherà la gestione delle pratiche, dei documenti e delle questioni burocratiche, concludendo la vendita della tua casa con successo.

*modulo

Share on: