acquisto prima casa
  • Giorgia Murgia
  • 240 Letture

Acquisto prima casa 2023: detrazione del 50%

Con la detrazione del 50% sull'IVA per l'acquisto della prima casa, il Governo aiuta i contribuenti a concretizzare il loro sogno di acquistare la propria abitazione.

Acquisto prima casa 2023: detrazione del 50%

Ecco tutto quello che devi sapere sull'argomento!

Una delle disposizioni più importanti, entrata in vigore attraverso la Legge di Bilancio per il 2023, riguarda la detrazione del 50% dell’IVA per l’acquisto della prima casa in classe energetica A o B. 

Vediamo subito nel dettaglio di che cosa si tratta… 

Detrazione del 50%

L'emendamento del governo prevede che "si detrae dall'imposta lorda, fino alla concorrenza del suo ammontare, il 50% dell'importo corrisposto per il pagamento dell'imposta sul valore aggiunto in relazione all'acquisto, effettuato entro il 31 dicembre 2023, di unità immobiliari a destinazione residenziale, di classe energetica A o B ai sensi della normativa vigente, cedute dalle imprese costruttrici delle stesse. La detrazione di cui al precedente periodo è pari al 50% dell'imposta dovuta sul corrispettivo d'acquisto ed è ripartita in dieci quote costanti nell'anno in cui sono state sostenute le spese e nei nove periodi d'imposta successivi". 

Quindi in sostanza questo significa che l’agevolazione, quindi la detrazione del 50% dell’IVA, spetta per tutti gli acquisti effettuati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2023 per l’acquisto di una prima casa esclusivamente di classe energetica A e B. Inoltre, la detrazione è ripartita in dieci quote annuali costanti nell’anno in cui è stata sostenuta la spesa e nei nove periodi d’imposta successivi. 

Quindi se stai pensando di acquistare casa con determinati requisiti energetici e sostenibili, allora potrai usufruire di questo sconto sull’IVA.

Tipologia immobili per agevolazione

Per poter usufruire della detrazione del 50% sull'IVA per l'acquisto di una prima casa, è necessario individuare correttamente i requisiti dell'immobile che si può acquistare. E' necessario che la proprietà appartenga alle classi energetiche A o B, ovvero quelle che hanno un'alta efficienza energetica. Per valutare la classe energetica di un immobile, si valuta l'indice di prestazione energetica globale (Epgl), tenendo conto di fattori come la qualità dei materiali utilizzati nella costruzione, la qualità degli infissi, l'utilizzo di fonti di energia rinnovabile e eventuali interventi di ristrutturazione che hanno migliorato l'efficienza energetica della casa.

Classe energetica A o B

Come abbiamo già ampiamente spiegato, l'immobile deve avere una classe energetica specifica. Ma in concreto cosa vuol dire?

Tieni conto di questi valori: la classe energetica A ha un consumo di energia minore di 30 KWh/mq annui (0,40-1 Epgl), mentre la classe energetica B ha un consumo dai 31 ai 51 KWh/mq annui (1-1,20 Epgl). Se si sta cercando una casa con una classe energetica A, deve rispettare ed essere adeguata alle norme antisismiche ed elettrodomestici con classe energetica A. 

A chi spetta

La detrazione del 50% per l'acquisto della prima casa spetta ai contribuenti che acquistano un immobile adibito ad abitazione principale e che non hanno posseduto, neanche in parte, un immobile adibito ad abitazione principale nei due anni precedenti all'acquisto. Inoltre, l'acquisto deve essere effettuato entro il 31 dicembre 2023.

Giorgia Murgia

Giorgia Murgia

Head of marketing

Vuoi cambiare casa, ma non hai ancora messo in vendita la tua?

Effettua subito la valutazione della tua proprietà!

VALUTA IMMOBILE ORA